Composizione - comite255

composition title

Composizione

Composition

Gli attuali membri del comitato

Il comitato è composto da sette personalità scelte tra ex membri della Corte di giustizia e del Tribunale dell’Unione europea, membri dei massimi organi giurisdizionali nazionali e giuristi di notoria competenza, uno dei quali è proposto dal Parlamento europeo.

I membri del comitato sono designati per un periodo di quattro anni dal Consiglio, su iniziativa del presidente della Corte di giustizia.

A decorrere dal 1° marzo 2018, il comitato è presieduto dal sig. Christiaan Timmermans. Esso è attualmente composto dal sig. Christiaan Timmermans, dal sig. Simon Busuttil, dal sig. Frank Clarke, dal sig. Carlos Lesmes Serrano, dalla sig.ra Maria Eugénia Martins de Nazaré Ribeiro, dal sig. Andreas Voßkuhle e dal sig. Mirosław Wyrzykowski (v. decisione n. 2017/2262 del Consiglio del 4 dicembre 2017).

[v. altresì la precedente composizione del comitato]

Aggregatore Risorse

Christiaan Timmermans

Nato nel 1941; referendario alla Corte di giustizia delle Comunità europee (1966-1969); funzionario della Commissione delle Comunità europee (1969-1977); dottorato in giurisprudenza (Università di Leida, 1973); professore di diritto comunitario all’Università di Groningen (1977-1989); giudice aggiunto alla Corte d’appello di Arnhem; vice direttore generale presso il Servizio giuridico della Commissione delle Comunità europee (1989-2000); cattedra di diritto della tutela giurisdizionale europea all’Università di Amsterdam (1997-2004) e professore ospite all’Università di Cambridge e alla Fordham Law School (New York); giudice alla Corte di giustizia (2000-2010); cattedra Pieter Sanders alla Facoltà di giurisprudenza dell’Università di Rotterdam (2010-2012); Fernand Braudel Fellow all’Istituto universitario europeo di Firenze (2011); vicepresidente della camera arbitrale dell’organismo di controllo finanziario UEFA dal 2012; membro del comitato etico della Commissione europea dal 2016; membro del comitato previsto dall’articolo 255 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea dal marzo 2014 e presidente del comitato dal marzo 2018.

Simon Busuttil

Nato nel 1969; laurea in giurisprudenza (Università di Malta, 1993); master in studi europei (Università del Sussex, 1994); Magister Iuris in diritto internazionale (Università di Malta, 1995); membro dell’ordine forense di Malta (dal 1994); lettore all’Università di Malta; membro del gruppo negoziale principale di Malta per l’accesso all’Unione (1999-2003); capo del centro di informazione Malta-UE, responsabile della campagna di comunicazione pubblica in vista del referendum sull’Unione (1999-2003); membro del Parlamento europeo (2004-2013) ; portavoce del PPE alla commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni del Parlamento europeo (2009-2013); vice leader del partito nazionalista, Malta (2012-2013); capo dell’opposizione, leader del partito nazionalista (2013-2017); membro della Camera dei deputati, Malta (dal 2013); membro del comitato previsto dall’articolo 255 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea dal marzo 2018.

Frank Clarke

Nato nel 1951; laurea in matematica ed economia all’University College, Dublino (1972); barrister, King's Inns, Dublino (1973); Junior Counsel (1973 -1985); Senior Counsel (1985-2004); professore al King's Inns (1978-1995); presidente dell’ordine forense (1993-1995); Bencher of King's Inns (1995); membro del Consiglio dell’International Bar Association (1997-2004), copresidente del Forum for Barristers and Advocates (1998-2002); presidente del consiglio del King's Inns (1999-2004); giudice all’Alta Corte (2004-2012); presidente della commissione referendaria per il secondo referendum sul Trattato di Lisbona (2009); giudice-docente al Griffith College, Dublino (dal 2010); professore associato, Trinity College, Dublino (dal 2012); professore associato, University College, Cork (dal 2013); riconoscimento onorario al merito da parte del Griffith College (2017); giudice alla Corte suprema (2012-2017); presidente della Corte suprema (dal 2017); membro del comitato previsto dall’articolo 255 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea dal marzo 2018.

Carlos Lesmes Serrano

Nato nel 1958; laurea in giurisprudenza all’Università autonoma di Madrid (1980); giudice al Tribunale di San Mateo, Castellón de la Plana (1984); giurista presso la Procura di Stato del Tribunale di Alicante (1984); procuratore presso la Corte superiore di giustizia della Regione autonoma di Madrid (1985-1992); procuratore dinanzi alla Corte costituzionale (1992-1993); giudice specializzato alla Sezione del contenzioso amministrativo della Corte superiore di giustizia della Regione autonoma di Valencia (1993- 1996); direttore generale della direzione per l’Obiezione di coscienza (Ministero della Giustizia) (1996-2000); direttore generale della Direzione per i rapporti con l’amministrazione giudiziaria (Ministero della Giustizia) (2000-2004); presidente della Sezione del contenzioso amministrativo della Corte centrale (1997-2005); presidente facente funzioni della Corte centrale (2008-2009); giudice alla Terza Sezione per il contenzioso amministrativo della Corte suprema (dal 2010); presidente della Corte suprema e del Consiglio superiore della magistratura (dal 2013); membro del comitato previsto dall’articolo 255 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea dal marzo 2018.

Maria Eugenia Martins De Nazare Ribeiro

Nata nel 1956; studi di diritto a Lisbona, Bruxelles e Strasburgo; advogada in Portogallo (1982-1984) e a Bruxelles (1984-1986); libera ricercatrice presso l’Istituto di studi europei dell’Università libera di Bruxelles (1984-1985); referendaria del giudice portoghese alla Corte di giustizia, sig. Moitinho de Almeida (1986-2000), successivamente del presidente del Tribunale di primo grado, sig. Vesterdorf (2000-2003); giudice al Tribunale dell’Unione europea (2003-2016), presidente di Sezione (2007-2010 e 2013-2016); presidente del comitato «Regolamento di procedura» del Tribunale (2013-2016); membro del comitato previsto all’articolo 255 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea da marzo 2018.

ANDREA VOßKUHLE

Nata nel 1956; studi di diritto a Lisbona, Bruxelles e Strasburgo; advogada in Portogallo (1982-1984) e a Bruxelles (1984-1986); libera ricercatrice presso l’Istituto di studi europei dell’Università libera di Bruxelles (1984-1985); referendaria del giudice portoghese alla Corte di giustizia, sig. Moitinho de Almeida (1986-2000), successivamente del presidente del Tribunale di primo grado, sig. Vesterdorf (2000-2003); giudice al Tribunale dell’Unione europea (2003-2016), presidente di Sezione (2007-2010 e 2013-2016); presidente del comitato «Regolamento di procedura» del Tribunale (2013-2016); membro del comitato previsto all’articolo 255 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea da marzo 2018.

Mirosław Wyrzykowski

Nato nel 1950; laurea in giurisprudenza (Università di Varsavia, 1975); diploma post dottorato (1986); professore di diritto presso l’Università di Varsavia (1991); direttore del Dipartimento per le Libertà costituzionali e i Diritti presso l’Ufficio del Commissario per i Diritti dei cittadini (1988-1990); membro del Consiglio legislativo del Primo Ministro (1990-1993 e 1996-2001); professore presso l’Istituto svizzero di Diritto comparato (1990-1995); vicepreside (1996-1999) e preside (1996-1999) della Facoltà di giurisprudenza dell’Università di Varsavia; direttore del Centro studi sul Costituzionalismo e la Cultura legale presso l’Istituto per gli Affari pubblici (1996-2001); professore ospite dell’Università dell’Europa centrale di Budapest (1997-2014); membro del Comitato per la consulenza giuridica presso il Ministero degli Esteri (1999-2001 e 2012-2016); giudice presso la Corte costituzionale (2001-2010); presidente del Comitato legale della Scienza dell’Accademia polacca delle Scienze (2011-2015); lettore presso, tra le altre, le università di Parigi (Sorbona), Bonn, Sydney, Costanza, Bayreuth; membro del comitato nominato ai sensi dell’articolo 255 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione europea dal febbraio 2016.

Committee Footer web content element